Previsioni meteo: aria fredda nell’ultima settimana di Ottobre?

di Antonio Iannella

Scenari quasi invernali dal 21 al 23 del mese, per il Centro Meteo Europeo ECMWF

Work in progress della stagione autunnale.  Sino a ora, oramai oltre metà Ottobre, l’autunno umido e piovoso si è fatto sentire e anche ostinato su una parte del Paese, nello specifico sulle estreme  regioni meridionali, sulle isole maggiori e localmente sulle aree occidentali, specie dell’alto Tirreno. Altrove, stagione un po’ in sordina in questa prima parte. Tuttavia, proprio in queste ultime ore si è fatta piu’ estesa l’instabilità con nubi e locali piogge anche sulle regioni adriatiche, piogge e temporali sul medio-alto Tirreno in direzione della Toscana, poi verso l’Emilia-Romagna, localmente al Nord-Ovest e, entro domattina, piogge anche verso l’alto Adriatico. Ancora instabilità diffusa sul territorio nazionale per domani, mercoledì 17, poi una nuova fase di tempo migliore in via generale, salvo piu’ disturbi sulle isole maggiori.

Ma non illuda la maggiore stabilità verso  il weekend prossimo. Già il fine settimana, infatti, che inizierà con bel tempo e sole prevalente su gran parte del Paese, potrebbe avere i primi disturbi sul finire, ossia dal pomeriggio di domenica. Proprio per la seconda parte del giorno festivo, la già fiacca alta pressione potrebbe cedere in maniera repentina per l’incidere veloce di un fronte freddo proveniente dal Nordest Europa.

Il fronte irromperebbe sull’Adriatico con venti di bora in sensibile intensificazione e già nubi e prime piogge nel corso del pomeriggio di domenica dalla Romagna, alle Marche, Abruzzo, Molise, Nord Puglia, poi verso il Sud Appennino, fino al Nordest della Sicilia, Messinese. Piogge e rovesci diffusi nella serata di domenica sulle regioni adriatiche, appenniniche e meridionali. Qualche pioggia anche sulle pianure centrali del Nord.

Gli ultimi dati del modello europeo danno l’ipotesi di una bassa pressione in formazione tra le regioni meridionali italiane e lo Jonio, tra la notte sul lunedì è il giorno di lunedì 22, con il rischio di maltempo un po’ su tutto il Sud e sul medio-basso Adriatico, fino all’Abruzzo, Sud Marche. Si tratterebbe di un maltempo a carattere tardo autunnale su medio-basso Adriatico e al Sud, con piogge anche forti e qualche allagamento lampo. Il tutto associato a venti forti da Nord/Nordest, soprattutto sui bacini, poi localmente anche sui settori peninsulari centro meridionali, e a un deciso calo generale delle temperature. Possibile neve su Centro Sud Appennino fino al 1600/1700 m.

A seguire, dal 23/24, possibile nuova riperesa dell’alta pressione con 3/4 giorni di tempo migliore in via generale sull’Italia e ripresa termica. Dal 27/28 ottobre, però, è atteso un nuovo peggioramento, questa volta con azione occidentale delle perturbazioni, quindi con prime piogge verso il Nord, medio e alto Tirreno, via via in intensificazione su queste aree. Verso fine mese, piogge irregolari anche sul resto del Paese, ma in forma più intensa sempre sui settori Ovest e Nord, anche con nevicate diffuse fino a 1200/1400 m su Alpi.   Daremo conferma su questa tendenza nelle nostre prossime rubriche sul medio-lungo termine. Restate aggiornati seguendo i quotidiani editoriali di meteoincampania.it.