Previsioni meteo Campania: attenzione al rischio “BOTTO” di NEVE tra le province di Salerno, Avellino e Benevento

di Antonio Iannella

Fase a rischio da domani, giovedì 24 pomeriggio e soprattutto sera, poi notte su Venerdì e, salvo qualche fisiologica pausa, fino a sabato metà giornata o tarda mattinata

Iniziano a palesarsi gli obiettivi del ciclone invernale che sta per abbattersi sul Centro Sud Italia e anche sulla nostra Campania. Una struttura depressionaria possente, costituita da aria relativamente fredda sub-polare marittima, con bassissimi valori di pressione a tutte le quote e che sta costituendo un vero e proprio rompicapo per gli addetti ai lavori in termini di individuazione delle sue manovre, sue mosse e aree da essa colpite. Tuttavia, man mano che ci avviciniamo all’evento clou della sua azione, ossia da domani pomeriggio-sera e fino a sabato, i modelli individueranno con sempre più credibilità  i suoi effetti.

Intanto, venti forti tutto intorno al sistema depressionario. Relativamente alla nostra Campania si inizierà con venti forti di Scirocco sui mari, sempre più sostenuti già dalle prossime ore serali e notturne. Poi, via via, i venti si faranno sostenuti da Nordest nell’entroterra, a iniziare dal Beneventano, Casertano, Avellinese e poi sostenuti da Nordest un po’ ovunque entro domani sera.

Le recenti elaborazioni fino a ieri sera, davano il nocciolo più intenso del vortice in azione tra Basilicata, Nord Calabria e anche Salernitano, su queste aree con le precipitazioni più intense. Le ultimissime elaborazioni, invece, spostano leggermente l’azione più a Nord per cui, stando a questi ultimi dati, verosimilmente più credibili perché più prossimi all’evento, precipitazioni di una certa consistenza dovrebbero interessare buona parte della regione, soprattutto i settori centro-orientali, a partire in particolare da domani pomeriggio-sera.

Veniamo alla NEVE. Un po’ più articolata la quota neve poiché inizialmente ci sarà un po’ più di lotta tra le termiche miti provenienti dai settori meridionali e quelle più fredde provenienti dai settori nordorientali. Tuttavia, il quadro di massima vede già nevicate abbondanti dal pomeriggio di domani, giovedì 24, alle quote fra gli 800 e i 900 m delle nostre province  più orientali, ossia Salernitano e Avellinese in primis. A ruota, magari un po’ più tardino, le colline alle medesime quote del Beneventano. Pioggia battente su buona parte della regione.

Nella sera di giovedì 24, la quota neve dovrebbe abbassarsi sulle medesime province e portarsi intorno ai 600 m o anche 500 m nei rovesci più intensi. Nevicate sono attese poi per la notte successiva verso venerdì 25. Possibile qualche pausa nella mattinata di venerdì e nuova ripresa delle nevicate dal pomeriggio di venerdì 25, poi nella sera di venerdì stesso e ancora nel corso della notte e mattinata di sabato 26. In questa seconda fase, ossia dal pomeriggio di venerdì 25, la quota neve è attesa in sensibile calo verso i 200/300 m o localmente, in caso di rovesci intensi, comparse anche più in basso.

Circa gli accumuli, vediamo meglio con gli ultimi dati di domani, stanti le manovre del  minimo davvero articolate e poco leggibili fino all’ultimo. Molto dipenderà dalla consistenza della neve, quindi dalla temperatura che potrebbe permetterla solida magari con più ritardo. Tuttavia, sopra i 7/800 m sono attesi quantitativi finali intorno al mezzo metro  ( quantitativo da abbassare o anche alzare a seconda delle ultime manovre della struttura ) soprattutto su Avellinese, localmente anche Est o Nordest Salernitano, ma importanti quantitativi anche sul Beneventano. Abbiamo posto la quota di 7/800 m perché magari con minore oscillazione termica, ma nevicate importanti, soprattutto via via verso notte su venerdì e poi per il corso di venerdì stesso e fino a sabato, sono attese anche a quote inferiori, di media o bassa collina. Maggiori dettagli entro domani sera, con stima quote, accumuli e anche con delimitazione aree più interessate con nuovo articolo e, ovviamente,  nelle sezioni interne del nostro sito. Per il momento ci sentiamo di lanciare una allerta maltempo e neve talora abbondante soprattutto per le comunità montane dell’Avellinese, dell’Est Salernitano e del Beneventano.