Previsioni meteo Campania: piogge e neve in collina nel pomeriggio-sera-notte

di Antonio Iannella

Ancora locali piogge e fiocchi martedì mattino, poi freddo, Tramontana, ma scarsi fenomeni

Sostanziali conferme rispetto a quanto detto nell’articolo di ieri. Dopo una mattinata all’insegna del vento di Ponente, anche piuttosto sostenuto, fino a 40  km/h o oltre sui monti orientali, ma ancora mite, il tempo si appresta a cambiare rapidamente. Già dalle ore centrali,  inizieranno ad arrivare più nuclei instabili, con più piogge e rovesci, sebbene ancora intermittenti e irregolari, quindi alternati a pause asciutte. Peggioramento più convinto nel corso del pomeriggio, 15/16.00, con piogge e rovesci  anche più intensi soprattutto tra Beneventano e Avellinese, fenomeni più irregolari e intermittenti altrove, anche fiacchi o completamente assenti a Ovest. Il vento da Ponente ruoterà dapprima a Maestrale, poi da Nord, Tramontana, verso il tardo pomeriggio e in serata, di intensità moderata, 10/25 km/h.

Da evidenziare il quadro termico. In queste ore centrali della giornata temperature ancora abbondantemente sopra media, tra 8 e 13°, ma via via che inizieranno le precipitazioni e quindi via via che si rovescerà l’aria fredda dall’alto verso il basso, le temperature caleranno progressivamente. Già intorno a metà pomeriggio, 16.00 circa, saranno possibili primi fiocchi intorno agli 800/900 m, via via fiocchi a quote inferiori, fino ai 6/700 m e occasionalmente più in basso verso sera. A tratti potranno esserci anche nevicate di buona consistenza, soprattutto sopra i 7/800 m e, nel secondo pomeriggio e verso sera, anche più in basso e magari localmente anche di forte intensità.

Nel corso della sera, sono attesi ancora dei rovesci irregolari di pioggia e di neve, quindi con maggiore intermittenza e anche più localizzati, tuttavia fiocchi ancora possibili e anche localmente di buona consistenza, per di più a quote più basse lì dove capiteranno, per una temperatura che andrà ulteriormente diminuendo.

Come dicevamo ieri, possibili maggiori pause asciutte in nottata e poi ultimi impulsi nel corso della mattinata di domani, con altre “fioccate” sparse, ma sempre più deboli, irregolari, dove si e dove no, e intermittenti.

Come al solito, piuttosto difficile stimare gli accumuli, per le varie esposizioni nonché anche per la quota neve, dipendendo essa dalla intensità delle precipitazioni. Tuttavia, dove i rovesci saranno più forti, e ciò accadrà a incidenza locale imprevedibile, anche a distanza di pochi km tra un’area e l’altra, potranno esserci anche discreti centimetri possibili, secondo gli ultimi dati, fino anche a 10/12 cm localmente sul comprensorio Campobassano centro meridionale, Nordest Casertano, area Matese, Nord e Est Beneventano, Daunia e  alta Irpinia, specie dai 7/800 m.

Il range medio, resta quello di ieri, 0/5 cm, computando magari errori nelle ultime elaborazioni o diverse traiettorie dei fronti in real time, quindi solo imbiancate sui settori meno esposti e una media di alcuni centimetri su quelli più presi. Tuttavia, il dato fino a 10 cm e passa ha una certa validità su settori locali, anche del nostro comprensorio montuoso settentrionale. Imbiancate o qualche centimetro alle medesime quote, anche su Est e soprattutto Nord Salernitano.

Il clima più freddo e invernale durerà fino a tutto giovedì 14. Le piogge e le nevicate, invece, dovrebbero cessare dalle ore tardo mattutine o centrali di domani, martedì 12. Quindi, prosieguo della fase fredda fino al 14, con apice nella notte su mercoledì 13, ma tempo mediamente più asciutto e anche più schiarite soleggiate, via via, salvo episodi di instabilità occasionali che eventualmente vaglieremo giorno per giorno.