Caldo e afa fino al 16 giugno, poi qualche cambiamento. Arrivano temporali?

di Antonio Iannella

Apice del caldo verso il fine settimana prossimo, fase 14/15 giurno con picchi massimi fino a 38° in pianura. Temperature più nella norma dopo metà mese

Come ampiamente annunciato, il caldo afoso ha preso oramai piede sulla nostra regione, con temperature massime mediamente sui 30/35°, ma picchi già sui 37° sulla provincia beneventana e su aree interne del Casertano. Sono proprio le aree interne, specie le conche appenniniche, a  risentire di più di questa ondata di caldo afoso, dato un più repentino riscaldamento del terreno, a fronte di una maggiore lentezza, in fatto di riscaldamento, della superficie marittima, cosa che rende le coste e le aree prossime a esse meno calde, grazie alla brezza marina, anche se comunque fastidiosamente afose.

Si proseguirà sulla falsariga di quanto è accaduto in questo weekend trascorso anche per tutta questa settimana, quindi bel tempo, caldo e afa per altri 6/7 giorni, con valori massimi sui 30/36° di media, ma punte anche di 37°. Tra giovedì 13 e sabato 15, anzi, poremmo avere un ulteriore rincaro di dose in termini di calura e afa, data la massima espansione dell’onda calda nordafricana proveniente dai territori libici e tunisini, anche verso la nostra regione. I picchi massimi di temperatura potranno toccare anche i 38° in pianura, se non qualche decimo oltre localmente, fino a 33/35° in collina.  Insomma, una intera settimana pienamente estiva (magari solo qualche fase un po’ più ventilata o con qualche nube medio alta più presente) con anomalia termica che, dopo metà settimana, potrà essere anche di 7/8° in eccesso.

Conferme, pero’, in tutti i dati sul più lungo termine, circa un affievolimento del cuneo anticiclonico da appena dopo metà mese e progressivo calo termico; forse già da domenice 16, temperature in ridimensionamento di qualche grado. A seguire, dal 17/18 giugno e verso la terza decade, i promontori anticiclonici nordafricani dovrebbero appiattirsi, quindi semmai anticicloni più di matrice oceanica e miti, ma con buona probabillità anche infiltrazioni di aria umida atlantica e rischio crescente di temporali pomeridiani.

In sintesi, caldo e afa per tutta questa settimana, poi, da dopo metà mese, specie verso il 20 e in terza decade, prospettive di temperature più nella media, senza eccessi, e possibile innesco di fase temporalesca nelle ore pià calde.  Ci aggiorniamo a metà settimana.